Natale ai blocchi di partenza

Natale ai blocchi di partenza
23 dicembre 2015
Alessandro Mascoli

Il conto alla rovescia è ufficialmente partito, oggi è probabilmente l’ultimo giorno utile per chiudere la pratica regali. I ritardatari cronici sono avvezzi al caos pre vigilia ma le persone comuni vivono con frustrazione queste ore frenetiche. Voi a quale categoria appartenete? Siete delle formichine che accumulano regali da ottobre o delle gioiose cicale sorprese dalla vigilia?

C’è una terza via però, l’internette offre la possibilità di fare shopping comodamente spalmati sul divano di casa in qualunque periodo dell’anno. A tal proposito mi ha fatto riflettere il messaggio di un bambino ascoltato per radio alcuni giorni fa. Alla classica domanda cosa hai chiesto a Babbo Natale seraficamente il fanciullo risponde: preferisco Amazon Prime perché i pacchi arrivano prima. Questa risposta mette tristezza non tanto per l’idea romantica dei doni scartati ma per la direzione che stiamo prendendo: tutto e subito. Sfortunatamente questo concetto va poi traslato a tutti gli ambiti: scolastico, lavorativo, economico o sentimentale. La pretesa di ottenere immediatamente la ricompensa scoraggia qualunque via poco battuta, considerata rischiosa, portando inevitabilmente l’appiattimento a qualunque livello.

E’ una politica rischiosa che sacrifica molti aspetti che stanno alla base della nostra cultura, non parlo di tradizione ma qualcosa di più profondo. E’ un fenomeno di erosione costante inarrestabile in atto da anni ma che in pochi considerano una reale minaccia.

Per quest’anno che voi siate formica o cicala fatevi un regalo, mettete sotto l’albero un pacchettino simbolico, regalatevi il beneficio del dubbio, mettetevi in discussione, non accontentatevi dello standard ma cercate la soluzione giusta per voi o per i vostri prodotti. Ritrovate la gioia di indagare, riscoprite il gusto dell’ignoto.

Auguri da Freemind design studio