Mi scappa un articolo (sugli articoli del blog)

Mi scappa un articolo (sugli articoli del blog)
31 luglio 2018
Alessandro Mascoli

Mi rendo conto di non essere la persona più credibile per affrontare l’argomento blog (sono uno entusiasta scostante) ma ho comunque alcuni argomenti che potrebbero interessarti. Non farò distinzioni tra blog professionali e blog personali perché le indicazioni sono valide per entrambe le categorie.

Partiamo dalle basi ovvero a cosa serve un blog? O meglio a cosa potrebbe servirti se ne avessi uno?

  • ad aumentare la tua reputazione o quella del tuo brand
  • a migliorare l’indicizzazione del tuo sito
  • per fare inbound marketing
  • ad esporre il tuo punto di vista
  • per riordinare le idee

Come hai visto esistono più opzioni vediamole una per una.

Oggi più che mai la reputazione fa la differenza, il successo passa dalla credibilità (tua e) del tuo marchio. I social sono importanti per aumentare la visibilità ma la “profondità” che il blog ti offre non ha paragoni. I contenuti sui social attirano l’attenzione ma in questi (non) luoghi l’attenzione è bassa, cosa che avviene in misura minore sui blog.

Qualcuno potrebbe obiettare che le persone non leggono più. Che non siamo più in grado di mantenere la concentrazione a lungo, vero, ma di fronte ad argomenti che ci interessano le cose cambiano. Il blog è in questo senso il luogo ideale. Uno spazio di aggregazione in cui raccontarsi e affrontare argomenti diversi. Un luogo dove le persone scoprono quello che fai, come lo fai e per quali ragioni oltre all’aspetto economico.

Se non ci sono altre ragioni c’è qualcosa che non va e ti invito caldamente a contattarmi.

Il punto nodale è far comprendere le tue modalità, il tuo pensiero e le tue motivazioni. Se sarai coerente le persone guarderanno alla tua attività in modo diverso.

L’indicizzazione è un altro aspetto da non sottovalutare. In questo senso gli articoli del blog sono uno strumento formidabile per scalare la classifica di Google. L’inserimento di nuovi contenuti e parole (chiave) specifiche aumenta le tue possibilità di essere trovato. Per gli algoritmi di Big G il sito risulterà più appetibile perché in costante evoluzione. Non passerai automaticamente nelle prime posizioni ma di certo aiuta.

Il terzo punto è strettamente legato al precedente. Se gli argomenti che proponi sono interessanti, alcune persone potrebbero contattarti per risolvere loro un problema. In questo caso parliamo di inbound marketing. La creazione di contenuti di qualità attira l’interesse dei visitatori che da lettori abituali si trasformano in clienti e promotori.

Anche in questo caso non si tratta di un processo automatico, sono necessarie credibilità e continuità. Inbound marketing è una strategia efficace perché siamo soggetti a promozioni sempre più invasive. Lasciare alle persone il giusto momento e le modalità per contattarci aumenta di gran lunga le nostre possibilità di successo. È un processo lungo e faticoso ma che andrebbe quantomeno preso in considerazione.

Esporre il nostro punto di vista ad una prima occhiata potrebbe sembrare più adatto per il singolo piuttosto che per un’azienda, personalmente non lo credo. Il blog è (anche) uno spazio in cui prendere posizione. Potremmo stilare un manifesto, in cui rendere tangibile il nostro punto di vista (visione). Una campagna aziendale mirata a raccontare un argomento in particolare come ad esempio l’impatto ambientale, i consumi energetici o la connettività ec. Non importa che ti riguardi direttamente, l’importante è che l’argomento sia pertinente e ben argomentato, ancora una volta sarà la credibilità a beneficiarne.

L’ultimo punto è forse il meno ovvio: riordinare le idee. Scrivere richiede ordine, fatica e costanza. Ci mette con le spalle al muro, ci obbliga a prendere coscienza e a ordinare gli argomenti secondo logica. Scrivere è il miglior modo che abbiamo per portarci a padroneggiare un argomento. Potrebbe sembrare una banalità ma spesso ci comportiamo e ragioniamo per abitudine, fermarci a riflettere per fissare gli argomenti nero su bianco ci mostra punti di vista diversi.

Cerca informazioni supplementari per arricchire i contenuti, darà una marcia in più agli articoli. Scrivere, crea connessioni tra quello che conosciamo con quello che scopriamo definendo con chiarezza i contorni delle nostre conoscenze.

Scrivere è una pratica legata agli studi ma che dovrebbe accompagnarci per tutta la vita. Un esercizio utile a te e alla tua attività che se praticato con diligenza può portarti a padroneggiare diversi toni di scrittura e permetterti di trovare il più indicato per ogni situazione. A tal proposito ti consiglio la lettura del blog Pennamontata, curato da un (super) gruppo di copy professioniste che hanno fatto del tone of voice il loro cavallo di battaglia.

Le persone pensano che innovare sia dispendioso o complesso, non è vero, è prima di tutto un atteggiamento mentale. Aprire un blog è un passo in questa direzione, alimentarlo ti porterebbe a modificare in maniera significativa il modo che hai di promuovere la tua offerta.

Se hai timore, o non sai come introdurre questa pratica nella tua attività non esitare a contattarmi. Insieme cercheremo di capire quali argomenti affrontare e come far emergere il carattere della tua attività.